Il groviglio di Arianna

Le mura del tuo labirinto ingannano la ragione
e ora non esiste possibilità di fuga alcuna
senza dover rinnegare il tuo nome.
Avanzo per trovare il centro della spirale,
incontrare il guardiano che vi dimora,
sfidare e sconfiggere il suo volto fatuo
o ridefinire i contorni della mia anima.
Provo a inoltrarmi tra le paure più nascoste
dove si insinuano tutte le indecisioni,
dove il coraggio sprofonda annichilito
sotto il peso di intenzioni appena accennate.
Le mura si muovono attorno a miei occhi immobili,
il cammino scorre come l’acqua nei fiumi.
in un eterno fluire di percezioni interrotte,
scaturite da una fonte inaccessibile
poi scivolate via con la corrente
e forse evaporate non senza memoria.
Abbiamo confidato nel tempo che ritorna
per trovare risposte alle nostre eterne domande
ma quelle paure non ci hanno abbandonato
e ancora ci spingono verso un limbo di dubbi e ombre.
Così in un gioco in cui la mente ci confonde
solo il cuore ingenuo prova a farci da guida.
Ripercorriamo i nostri passi a ritroso,
riavvolgendo i fili di emozioni aggrovigliate
per trovare forse alla fine quell’unica chiave
una forza capace di aprire le porte del destino
e indicarci la via per il sentiero della luce.

Tags: ,

Commenti

Lascia un Commento:

Istruzioni: E' permesso l'XHTML standard (a href, strong, em, code). Le interruzioni di linea ed i paragrafi saranno generati in automatico. I commenti inappropiati saranno modificati o cancellati. L'indirizzo email non verrà mai pubblicato.

XHTML: Puoi utilizzare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>

Tutti i campi con "*" sono obbligatori.

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.